Grandi Parole: Territorio/ storia

grandiparole

1. Destinatari. È diretto a coloro che frequentano i percorsi della Mistagogia, della profezia nelle comunità e per operatori pastorali.

2. Dimensione biblica. pur essendo il Dio di tutti i popoli e di tutto il creato, Dio è Dio di Israele. Tutta l’antica storia di salvezza è legata alla ricerca di un territorio. Abramo esce dalla sua terra per cercare una terra nuova dove poter realizzare una società nuova. La sua religione chiede un territorio adeguato. Le vicende storiche portano i discendenti di Abramo a vivere in un altro territorio, l’Egitto, ma questo viene percepito come una terra estranea, terra di schiavitù. Il cammino di liberazione raccontato dal libro dell’esodo termina con l’entrata nella terra di Canaan. L’ingresso in questa terra è l’ingresso in una cultura che sarà guidata dalla legge di Javhè a cui il popolo decidere di appartenere.

I profeti che rimproverano Israele di non osservare questo patto minacciano di poter così perdere la loro terra e di essere esiliati. Il ritorno dall’esilio sarà per loro un ritorno nella loro terra, tradizioni, religione, cultura. Il profeta a nome di Dio promette la salvezza come raduno e ritorno nella loro terra. Anche Gesù vive la sua missione come una  ricerca di una terra. Egli lascia alcuni aspetti di della cultura del suo popolo e con i dodici costruisce una nuova cultura religiosa, la nuova terra. La esperienza di Gesù non conclude la ricerca dell’umanità. La comunità cristiana attraverso la sua fede e la sua testimonianza cerca, spera, anticipa i cieli nuovi e la terra nuova.

3. La tradizione della chiesa. La progressiva identificazione del regno di Dio con il tempo della Chiesa ha portato alla pratica svalutazione del concetto di storia. L’identificazione del potere politico con il compito di difendere l’unità della Chiesa portò ad identificare il territorio con l’evento di salvezza, Con queste premesse la riflessione teologica non riuscì a comprendere la novità che il pensiero moderno portava nella rivalutazione della categoria tempo e quindi del senso della storia, In un territorio la salvezza avviene attraverso la qualità delle scelte che gli uomini compiono. Progressivamente, tuttavia, anche nella riflessione teologica venne recuperato il senso della ricerca e comprensione della rivelazione, Così il concilio potrà parlare di una evoluzione della comprensione della rivelazione della più ampia nella storia dello sviluppo umano, Le scienze aiutano a comprendere il senso stesso della rivelazione, Anche l’esperienza della salvezza avviene in un tempo e in un luogo preciso. GS recupera il valore del territorio come luogo di salvezza riflettendo sul senso della cultura umana. LG potrà meglio definire il ruolo della diocesi che viene sempre più compresa come “chiesa locale” responsabile, appunto, dell’avvento della salvezza in un territorio.

4. Attenzioni pastorali. Per molti operatori pastorali il territorio e la storia hanno solo un valore fisico e cronologico, In questo modo fanno fatica a comprendere la relazione che c’è tra la salvezza iniziata da Cristo e la realtà in cui vivono, Il territorio è luogo teologico: in esso Dio è già presente e suscita collaboratori del suo Regno, La Chiesa oltre ad annunciare, dovrà anche collaborare con il territorio. La storia non è solo lo spazio entro cui la Chiesa vive ma è anche la sua stessa missione, Non si tratta solo di attendere la salvezza futura ma di costruire la salvezza in una storia,

Tratto da

Barghiglioni E. e M.-Meddi L., Adulti nella comunità cristiana. Guida alla preparazione di itinerari per l’evangelizzazione, la crescita nella fede e la mistagogia della vita cristiana, Paoline, Milano 2008

© lucianomeddi.eu

Grazie per il tuo commento o comunicazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: