Desiderio di riforma

Presento il paragrafo II dell’articolo Meddi L., Criteri e vie della missione delle comunità cristiane in un mondo che cambia, in Sarnataro C. (a cura di), Annuncio del vangelo e percorsi di chiesa, Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale. Sezione S. Tommaso D’Aquino – Napoli, Napoli 2005, 347-381.

INDICE: 1. Criteri pastorali nei percorsi di chiesa La criteriologia pastorale. La questione criteriologica. 2. Desiderio di riforma Il contributo di M.-D. Chenu e di Y. Congar Strategie pastorali post-conciliari del magistero. Il futuro della chiesa. Prassi messianica e missione ecclesiale 3. Il percorso della Chiesa Italiana 4. Povertà, alterità e bellezza: vie per la missione La difficile receptio nella pastorale italiana Necessità di un chiarimento interpretativo

La tesi di fondo è che la Chiesa ha sempre bisogno di capire le vie attraverso cui realizzare la sua missione. Una continua riforma che si realizza attraverso criteri teologico-pastorali. Per il futuro del cristianesimo nel mondo occidentale è necessario rimettere al centro la pratica missionaria di Gesù. Questo significa un ritorno al tema messianico e un riequilibrio tra Mistero Pasquale e Mistero Pre-pasquale. 

Si sono moltiplicate nel post-concilio testi e riflessioni sulla riforma della chiesa e nuove indicazioni per l’evangelizzazione. È tuttavia importante ricordare che tale desiderio aveva trovato già nelle “sofferte” riflessioni di A. Rosmini[1] un momento importante. Il filosofo di Rovereto proprio nell’ultima riflessione del suo libro dedicato al futuro della chiesa proponeva una vita ecclesiale e un rapporto chiesa-mondo centrata sulla progressiva “povertà” della comunità ecclesiale cioè il progressivo allontanamento dall’appoggio del potere politico.

Pages: 1 2 3 4 5

Grazie per il tuo commento o comunicazione